4 commenti

  1. we che buone *.* le facciamo anche di baccalà ma solo durante le feste natalizie -.- grr una mia amica mi ha consigliato di mettere un po’ di vino bianco nella pastella, così assorbono meno olio! devo provare 😛 perchè come sai sono delle spugne ahahahahahah però quant so bon *.*

    • ricettedirossana

      eheheh ‘e zeppulell so troppo buone. Devo provare quella del vino bianco…mi piace 😉 grazie sempre sei un tesoro

  2. A casa mia papà, che era un bravo cuoco, le faceva anche con dentro altre verdure, tipo zucchine, melanzane , carciofi… o anche con le alghe e i cecenielli, cioè quelli che in italiano si chiamano bianchetti. Poi nella frittura all’Italiana metteva anche le cozze private del guscio e dorate e fritte, le pizzette con ricotta, salame, uovo e prezzemolo. e le ditelle cioè pezzi di pasta delle pizzelle tagliati come mani con le dita e poi fritti nell’olio bollente… sapori che non ho mai dimenticato e che non assaporo più da tanti anni ormai!!!

    • ricettedirossana

      Ciao Annamaria, Che belle cose. Hai descritto con talmente tanto “amore” queste cose, tanto da avermi fatto “vedere” davanti agli occhi un signore (tuo padre) in un cucina alle prese con la frittura 😀 Un abbraccio 😀

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*